La frizione ed altri acerrimi nemici.


C’è un metodo infallibile per distinguere i guidatori svampiti, colposi di cappelle stradali niente male, dai guidatori intenzionalmente stronzi, per i quali l’unica differenza tra GTA e mondo reale è che quando circolano nel mondo reale allacciano la cintura di sicurezza giusto perchè il plìn di ammonimento non li faccia uscire di senno.

Un primo semplice modo per distinguerli è che se il guidatore sono io ci si trova senza margine di errore nella prima categoria, individui patentati che si contraddistinguono per partenze in terza alle rotonde a cui fanno seguito concerti polifonici di clacson. Voglio dirvi subito che così non aiutate affatto a ristabilire una circolazione scorrevole. Non innescherete nessun riflesso di accelerazione.

Se mi suonate il clacson attraverso tre fasi:

-spavento

-senso di colpa

-perdita di coordinazione motoria

La mia autovettura di conseguenza si spegnerà  e riusciró a riaccenderla almeno al secondo tentativo, quindi il vostro intento di spronarmi e di frustarmi come una pigra mucca che resta indietro nella mandria sortisce invece l’unico effetto di mortificarmi, far salire vertiginosamente l’ansia da prestazione e innescare una cascata di errori stradali.

Un secondo modo immediato per fare un bel distinguo è quello di incrociare lo sguardo dell’autista in questione. A fronte di uno svampito che avrà lo sguardo colpevole che implora il vostro perdono associato a braccio proteso e mano che sembra volervi lanciare una palla di fuoco ma che invece no sta solo lì a significare “guarda lo so, scusa, l’ho capito l’errore, cercheró di migliorare, ti prego non andarlo a dire all’autoscuola”, avremo uno stronzo autentico che invece fingerà che tutto sia a posto, sguardo fisso davanti a sè, concentrato come se stesse facendo un complesso calcolo a mente del margine di profitto delle sue azioni nell’ultimo trimestre, cosa che con tutta probabilità sta realmente accadendo.

Un terzo metodo con un margine di errore più elevato rispetto ai precedenti è quello di limitarsi ad una superficiale osservazione dell’autovettura: lo svampito di solito lo si trova alla guida di auto compatte, con un alto coefficiente di parcheggiabilità, auto che hanno visto sei volte in tutto le spazzole dell’autolavaggio (e tutte e sei le volte a causa dell’intervento di terzi), spesso corredate da ammaccature per i casi più disperati. Lo stronzo guida invece di sovente automobili che si chiamano con combinazioni di numeri e lettere, automobili lucidate con un panno morbido ogni sera prima di essere messe a letto, automobili di dimensioni prossime a quelle del bidone sfalci e verde, con coefficiente di parcheggiabilità “trasporto eccezionale”.

Imparate a distinguere pertanto, perchè io sulle strisce pedonali faccio passare anche gatti, sportine e sportine scambiate per gatti. Se non vi do la precedenza è perchè siete cosplay dei bidoni dell’Humana o infrattati nel cespuglio di pungitopo a bordo strada. Se non parto al semaforo è perchè c’è il sole che mi illumina tutti e tre i colori e sto cercando di decidere se brilla di più il rosso o il verde, o al più perchè sto cantando con trasporto una canzone. Se metto la freccia per cambiare corsia al semaforo non è per scavallare la coda, è perchè è la seconda volta che faccio il giro dell’isolato ma ho di nuovo sbagliato corsia e in tutta sincerità non credo che un terzo giro mi darà una qualche garanzia di imbocco corretto.

Il clacson non è una punizione, non è un teaser sonoro, non serve a nessuno, non velocizzerà le cose, non mi toglierà la patente e non mi insegnerà nulla. Siate gentili, usatelo solo per salutare o al massimo per dire “Ehi sei sulla mia corsia, potresti magari metterti nel culo il telefono e guardare dritto davanti a te così non ci ammazziamo?”.

Annunci

3 pensieri su “La frizione ed altri acerrimi nemici.

  1. L’ha ribloggato su La Fondazionee ha commentato:
    Guidatori di suv (perché poi questo nome?) eccovi servito uno scritto su cui dovreste riflettere seriamente.
    Il fatto che sia iscritto nella sede “Senza categoria” è Chiara… mente perché è Fuori Categoria.

    Grazie Chiara!!!
    A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...